sabato 9 dicembre 2017

Dalle parole ai fatti_Larga convergenza



Gent.mi tutti,
registriamo con fiducia la larga intesa sulla  "garanzia" del diritto di apprendere dello studente senza discriminazioni economiche; del diritto dei genitori di agire la propria responsabilità educativa in piena libertà di scelta educativa, che necessita di un pluralismo formativo (buona la scuola pubblica statale, buona la scuola pubblica paritaria) ; del diritto dei docenti a parità di titolo di scegliere una buona scuola pubblica statale e paritaria con il medesimo trattamento economico; del diritto dei bambini Dv Abili a scegliere fra una scuola pubblica statale e paritaria.
 - 05 Dicembre 2017 da Tutto Scuola "Aprea e Gelmini sul costo standard: Fedeli ok, il modello è quello della Lombardia". Intanto il Gruppo, di cui fa parte l'ex ministro Luigi Berlinguer, «può lavorare già nei prossimi mesi, prima delle elezioni politiche, su una ipotesi di lavoro largamente condivisa partendo da una proposta strutturata e da un'esperienza consolidata come quella di Regione Lombardia». Quanto all'attuazione concreta, prosegue Aprea, «si deve guardare alla prossima legislatura, ma in un'ottica di ricerca e ampia condivisione di un modello che valorizza la libertà di scelta delle famiglie tra scuole tutte ugualmente affidabili sul piano della qualità»  (clicca qui per leggere).
Ormai la questione è chiara, i tabù si sono rotti, il cuore del problema non è tanto il sostegno economico alle scuole paritarie quanto un nuovo e diverso metodo di finanziamento del sistema educativo e pubblico nel suo complesso.
Credo che potremmo guardare  a questa come ad un'opportunità che non si riduca all'ennesima occasione persa. L'attuale e il futuro governo non potranno pensare di ignorare le questioni di diritto da lungo tempo tradite. 
 - 05 Dicembre 2017 da Tutto Scuola, "Costo standard, la svolta annunciata " A presiedere il Gruppo di lavoro, secondo informazioni valorizzate soprattutto da fonti di stampa cattoliche, sarà l'ex ministro Luigi Berlinguer, autore di quella legge n. 62/2000 che riconoscendo la natura 'pubblica' dell'attività svolta dalle scuole non statali paritarie avrebbe a loro avviso posto le premesse anche per il loro finanziamento  (clicca qui per leggere).
 - 27 Novembre 2017 da Tecnica della Scuola, "Scuole paritarie, Fedeli apre al "costo standard". Alfieri: "Un passaggio storico" , Anche il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, si dice entusiasta dell'apertura (clicca qui per leggere).
A cosa serve riconoscere un diritto se non lo si garantisce? Nessun cedimento e nessuna strumentalizzazione a dirla con le parole di Luigi Sturzo: "Finché gli italiani non vinceranno la battaglia delle libertà scolastiche in tutti i gradi e in tutte le forme, resteranno sempre servi (...) di tutti perché non avranno respirato la vera libertà che fa padroni di se stessi e rispettosi e tolleranti degli altri, fin dai banchi della scuola, di una scuola veramente libera".
Andiamo avanti con coraggio. Un caro saluto. sr Anna Monia Alfieri con i Consiglieri Fidae Lombardia

sabato 2 dicembre 2017

Al Miur nasce il Tavolo costo standard di sostenibilità per studente



Gent.mi tutti,
guardiamo con fiducia alla recente apertura del Ministero della Pubblica Istruzione. 
Avverto una continuità lungo questi anni. Era il 2016 quando al Ministero più complesso la Ministra Stefania Giannini curò la prefazione della ricerca, "Il diritto di apprendere" dello studente, che poneva sul tavolo la proposta del costo standard di sostenibilità, per porre fine alla più grave discriminazione; a Verona il 25 novembre 2017 la Ministra Fedeli annuncia la costituzione del Tavolo di studio "costo standard di sostenibilità" al Miur (Decreto 22.11.2017 n. 0000917).
Una proposta di diritto che è stata accolta a fondamento di qualsiasi leva fiscale, l'unico anello mancante per completare la Legge 62/2000 e a coordinare il gruppo si chiama proprio l'ex Ministro Berlinguer, a 17 anni dalla Legge sulla parità.
E' la conferma che i tempi sono maturi per porre al centro del sistema scolastico italiano lo studente, facendo cessare ogni discriminazione nel diritto di apprendere, nella garanzia dell'esercizio del diritto dei genitori alla libertà di scelta educativa, e non di meno nella garanzia del diritto dei docenti a scegliere una buona scuola pubblica statale o paritaria a parità di titolo e di stipendio.
 - 27 Novembre 2017 da Tecnica della Scuola, "Scuole paritarie, Fedeli apre al "costo standard". Alfieri: "Un passaggio storico" , Anche il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, si dice entusiasta dell'apertura (clicca qui per leggere).
 - 27 Novembre 2017 da Formiche, "Scuola, come procede il cammino verso il costo standard di sostenibilità", Ma al festival di Verona la Fedeli ha speso anche parole positive per i docenti che richiedono di poter lavorare nelle paritarie senza penalizzazioni, invitando a "discutere sulla selezione e formazione dei docenti" per "eliminare dal sistema paritario gli abusi e arrivare al riconoscimento dei titoli e del reclutamento." Infine la ministra ha preso un impegno perché il ruolo delle paritarie sia riconosciuto anche negli investimenti, compresa l'edilizia scolastica. Passaggio dunque veramente storico. Suor Monia Alfieri ne coglie subito l'importanza: "Ora evidentemente nessun candidato politico per le prossime elezioni potrà dire e fare di meno... e a chi oggi pensa che questo tavolo sia solo propaganda elettorale è bene si sappia che vigilerò perché cessi davvero la discriminazione degli allievi nella fase del diritto di apprendere!" A questo punto è necessario che tutte le associazioni scolastiche del mondo cattolico superino divisioni e divergenze per appoggiare "l'inizio di questo cammino" come ha detto il card. Bassetti e giungere al più presto alla soluzione del problema che porti l'Italia in Europa dove da decenni è riconosciuta la libertà di scelta educativa (clicca qui per leggere). Auguriamoci davvero che ciascuno di noi possa continuare a porre al centro lo studente senza alcun condizionamento o sterile dissertazione. Oggi si apre la possibilità di cessare la più grave discriminazione che rende il nostro sistema scolastico classista, regionalista e discriminatorio. 
 - 26 Novembre 2017 da No Profit Online, "SCUOLA: E' nato il gruppo di lavoro per la definizione del costo standard di sostenibilità per gli studenti" Lo ha annunciato lo scorso 25 novembre la Ministra Fedeli nel corso di un convegno all'interno del VII Festival della Dottrina Sociale della Chiesa di Verona (clicca qui per leggere)
 - 26 Novembre 2017 da Avvenire, "Fedeli apre al costo standard" È un passaggio storico, un punto di non ritorno ed evidentemente nessun candidato politico per le prossime elezioni potrà dire e fare di meno ... e a chi oggi pensa che questo tavolo sia solo propaganda elettorale (gli amici detrattori hanno visto bene di metterci un po' di amaro in questa bella Notizia) è bene si sappia che vigilerò perché cessi davvero la discriminazione degli allievi nella fase del diritto di apprendere! (clicca qui per leggere)
 - 25 Novembre 2017 da Ask News, Nasce il Gruppo di lavoro per la definizione del costo standard di sostenibilità per gli studenti. Ad annunciarlo la ministra dell'istruzione Valeria Fedeli, nel corso del convegno "Esserci per educare... le nuove generazioni" svoltosi oggi all'interno del Festival della Dottrina Sociale della Chiesa di Verona, che ha visto la partecipazione anche del Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei. "Credo sia giunto il momento dopo 17 anni – ha esordito la ministra Fedeli – di cominciare a fare sul serio sul pluralismo educativo e sull'offerta formativa per il diritto allo studio, anche per le scuole paritarie cattoliche. Ci tengo ad annunciare di aver firmato la costituzione del Gruppo di lavoro per la definizione del costo standard di sostenibilità per gli studenti, uno dei punti che io ritengo fondamentali per iniziare a far un percorso insieme". Un percorso che dovrebbe portare alla completa attuazione della legge 62 del 2000, sulle "Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio e all'istruzione" (clicca qui per leggere).
INIZIATIVE DALLE NOSTRE SCUOLE
 - L’Agesc di Milano e MB ha invitato tutti i genitori iscritti a partecipare sabato 23 dicembre alle ore 13.00 sul sagrato del Duomo di Milano a “In questa notte splendida”: saranno eseguiti canti della tradizione natalizia italiana e straniera per augurare a tutti la gioia del Natale. In allegato trovate l’invito con tutti i dettagli: è possibile partecipare anche con il proprio coro.
 - E' con gioia che continuiamo a condividere le iniziative che ci fate giungere (clicca qui per le news dalle nostre scuole)
Con i più cari saluti. sr Anna Monia con i consiglieri Fidae Lombardia

venerdì 24 novembre 2017

Contributi aggiuntivi alle scuole paritarie



Gent.mi,
alcuni aggiornamenti.
ALLEGATI:
https://goo.gl/rxidpC
La Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, Uff. VII, con il Decreto dipartimentale n. 0001146 del 08-11-2017, ha disposto l’assegnazione di risorse finanziarie residue agli Uffici scolastici regionali per le somme relative al capitolo 1477/1 “Contributi alle scuole paritarie 2016/2017”, risorse precedentemente accantonate per taglio lineare (cfr. DECRETO-LEGGE 24 aprile 2017, n. 50 Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo).
Contributi aggiuntivi alle Scuole paritarie, anno scolastico 2016 - 2017 (in allegato)
Gli Uffici Scolastici Regionali stanno provvedendo al riparto di tali somme, sempre secondo i criteri definiti dal D.M. 834/2017
Tali contributi si aggiungono a quelli che le scuole stanno ricevendo a saldo per l’a.s. 2016/2017.
L’USR della Lombardia con il Decreto 4445, pubblicato nella giornata odierna, ha già provveduto a ripartire tale somma agli AT, per ogni ordine di scuola:
Piano di Riparto contributi aggiuntivi alle Scuole Paritarie - 2016-2017 - cap. 1477/1 (in allegato)
Scuole infanzia: a scuola € 136,29 e a sezione € 159,27
Scuole primarie: contributo aggiuntivo alle ore di sostegno didattico riconosciute dal GLIP e non in convenzione € 107,71 ad ora
Scuole secondarie di I e II grado: a scuola € 38,67 e ad alunno € 1,79.

Piccoli segnali mentre continua la nostra azione culturale che registra risultati positivi
 - 22.11.2017 da Il Foglio, "Parità e costo standard per garantire una scuola pubblica di qualità". Le risorse per l'istruzione dovrebbero essere destinate alle famiglie. Spetta a loro scegliere l'istruzione adatta ai figli (clicca qui per leggere)
 - 17.11.2017 da Il Giornale "Un tavolo per le paritarie Solo così Stato risparmia e garantisce diritti a tutti" Suor Anna Monia Alfieri, voce autorevole e accreditata del mondo scolastico, chiede al ministro Fedeli di accelerare sul tavolo - promesso - per definire l'applicazione del costo standard di sostenibilità per allievo, applicabile ugualmente a tutte le scuole pubbliche, paritarie e statali (clicca qui per leggere)
 - Intervista rilasciata all'Associazione " Frena il Bullo" (clicca qui per la visione)
 - Garantire un diritto domanda proposte serie e libere senza alcun cedimento e compromesso, ancor meno di interesse personale ! La ministra Fedeli firma il decreto e istituisce un tavolo sul Costo Standard! (clicca qui per la visione). Guardiamo con fiducia nella certezza che questa discriminazione cesserà grazie al contributo libero e onesto di ciascuno di noi.
Grata porgo i più cari saluti con i Consiglieri della Fidae Lombardia