martedì 15 maggio 2018

News Fidae Lombardia 15.05.2018


Gent.mi,
credo che il diritto di apprendere senza discriminazione economica come la libertà di scelta educativa dei genitori domandi un nostro impegno culturale-socio-politico a tutti i livelli sempre più serrato.
Ricorderete che un anno fa veniva licenziato il Decreto 0-6 anni che apriva spiragli importanti ma che domanda altresì un nostro impegno concreto per farlo applicare. Sarebbe interessante capire in quanti Comuni siamo riusciti a realizzare questo spazio di civiltà. Allo scopo condivido questo articolo
 - 14.05.2018 da Tecnica della Scuola "Decreto 0-6 anni, passo importante per un sistema davvero integrato" .  L’ideologia ha sempre un costo, Friedman ha già dimostrato che favorire il pluralismo educativo oltre ad innalzare il livello di rendimento scolastico rappresenta un risparmio – ha fatto la differenza: chi gestisce la cosa pubblica, come fa un sindaco, sa bene che non può depauperare i contributi che provengono dalla tassazione dei cittadini.  (clicca qui per leggere)
Il diritto di apprendere dello studente senza discriminazioni economiche, il diritto di scelta dei genitori che possano esercitare la propria responsabilità educativa in un pluralismo formativo sono o non sono per il cittadino italiano dei diritti che lo interpellano? Ormai è stato abbondantemente dimostrato che è possibile garantire la libertà di scelta educativa dei genitori in un pluralismo educativo a costo zero attraverso il costo standard di sostenibilità. Si tratta di capire se tale libertà di scelta interessa o no ai Genitori, alle Scuole, alle Associazioni.
 - 11.05.2018 da L'Irragionevole, di Furlan " Economia della Scuola",  Qualsiasi scelta alternativa rispetto alla scuola statale presuppone infatti un onere per la famiglia. Onere che non appare giustificato per una pluralità di ragioni. (clicca qui per leggere)
 - Il 5 Maggio ore 13.30 sono andata in onda con la nuova rubrica Crema On Air su Radio Antenna 5 Crema. In questa puntata parliamo della situazione scolastica italiana, in particolare della classe docente. (clicca qui)
Andiamo avanti con coraggio.
Con i più cari saluti sr Anna Monia Alfieri con i Consiglieri di Fidae Lombardia

giovedì 19 aprile 2018

News Fidae Lombardia 19.04.2018


Gent.mi tutti,
con la presente si condividono alcuni aggiornamenti.
 - Dote Scuola 2018/2019. Si comunica che per il nuovo anno scolastico 2018/19 le famiglie che hanno un ISEE inferiore o uguale a 40.000,00 euro possono presentare la domanda per la Dote Scuola (contributo regionale alle famiglie per pagare le rette scolastiche e sussidi scolastici) (clicca qui per leggere). Nei giorni scorsi con le Associazioni abbiamo incontrato i referenti presso la Regione Lombardia. Si resta a disposizione per qualsivoglia chiarimento in merito alle nuove procedure dote scuola.
 - Da sabato 21 Aprile 2018 ore 13.30 per sei appuntamenti (ogni sabato) parleremo di scuola alla radio antenna 5 on air (clicca qui per seguirci).
 - 16.04.2018 da Formiche, "La famiglia e il ruolo della politica",  Le parole del 12 aprile (al termine delle consultazioni post elettorali) del Presidente Mattarella, sono risuonate – ai più – assolutamente adeguate per responsabilità verso il bene pubblico e per buon senso. Nessuna complicazione: parole essenziali. “I care” la cosa pubblica, pareva di capire in un discorso di pochi secondi. Sono trascorsi ormai diversi mesi da schermaglie sterili quanto puerili tra i candidati politici che giocano al vincitore ma non al primo sul traguardo della responsabilità. Tutti hanno vinto ma nessuno riesce a servire con un governo; i cittadini sono vittime di un malsano populismo che si ritorce contro anche a chi lo pratica. La democrazia domanda la reale libertà di mettersi in gioco senza preoccuparsi di “bruciare” la propria carriera politica. Stride questo stallo con lo scenario internazionale e con le urgenze italiane, oggetto di una agenda politica che non parte. (clicca qui per leggere)
 - 12.04.2018 da Tecnica della Scuola "Alunni violenti, no a “ricette semplicistiche”. Alcune riflessioni"Mentre si susseguono numerosi i fatti di cronaca che stigmatizzano atti indisciplinati di vari studenti della Penisola, non mancano purtroppo le “ricette” di soluzioni semplicistiche al problema. Nemmeno la scuola è indenne dal costume italiano di trasformare gli accadimenti in “fenomeni”, da curare con pillole di saggezza spiccia o direttamente con il Codice Penale: c’è, infatti, chi invoca un richiamo al contratto dei docenti per tutelarli da ragazzi bulli e genitori violenti. Uno scenario da Far West. D’altronde, che andare a scuola fosse una missione da eroi e che far lezione domandasse, oltre ad una grande competenza, una buona dose di coraggio, era ormai risaputo. Non ci sono soluzioni miracolistiche. (clicca qui per leggere).
Con i più cari saluti sr Anna Monia Alfieri con i consiglieri Fidae Lombardia

domenica 15 aprile 2018

News Fidae Lombardia 12.04.2018


Gent.mi tutti,
ben ritrovati. Con la presente per condividere alcuni articoli recenti affinchè resti alta l'attenzione verso la garanzia della libertà di scelta educativa dei genitori in un pluralismo educativo. Nessun cedimento.

  • Convegno
  - XV Convegno Canossiano, Convegno "Insegnano di più i libri o l'esperienza?" previsto il 05 Maggio 2018 ore 09.30 presso la Scuola Paritaria Matilde di Canossa, Via Balestra, 10 - 22100 Como (clicca qui per il programma). Vi aspettiamo numerosi come sempre!

  • Articoli e Interventi
 - 09.04.2.18 da Il Giornale, "Le risorse per l'istruzione alle famiglie: così scelgono l'istruzione dei figli".  In uno Stato effettivamente liberale, solo attraverso il costo standard di sostenibilità si può garantire anche ai meno abbienti la vera libertà di scelta educativa, data una varietà e pluralità di scelta formativa. (clicca qui per leggere).

 - 09.04.2018 Scuola_Intervista a Pit Stop (clicca qui)

 - 06.04.2018 da Tutto Scuola, "Dalla libertà di scelta delle famiglie a un tavolo di studio per il costo standard: le richieste di alcune associazioni alla Regione Lombardia" Sostegno alla libertà di scelta delle famiglie, aumento del contributo destinato alle scuole dell’infanzia e l’aumento del fondo di disabilità delle scuole paritarie sono solo alcune delle azioni che diverse associazioni, a partire da quelle dei genitori, chiedono a colui o colei che rivestirà il ruolo di nuovo Governatore della Regione Lombardia. Nello specifico, le associazioni firmatarie di un documento destinato al futuro presidente della Regione sono: Age, Agesc, Aninsei, CDO Opere Educative, Comitato Politico Scolastico, Faes, Fidae, Fism, Opera Nazionale Montessori, F.i.l.i.n.s. e Moige. (clicca qui per leggere)

 - 04.04.2018 da Tecnica della Scuola "Nuova Giunta, la Fidae Lombardia ringrazia Valentina Aprea e augura buon lavoro a Melania Rizzoli" (clicca qui per leggere)

 - 03.04.2018 da Formiche, "Scuola e costo standard per la sostenibilità. È il momento della verità". Il nostro Paese è a una svolta importante: con una operazione salomonica sono stati eletti i presidenti di Camera e Senato. Ora siamo nel clou delle manovre per comporre il governo e intanto il Paese resta fermo, quasi ad assistere alla migliore scena di pirandelliana memoria, che si avvicenda sul palco della vita. Solo che anche la scuola pubblica, paritaria e statale, fa parte della commedia... (clicca qui per leggere)

 - 03.04.2018 da l'Irragionevole, "VERITÀ SUI COSTI DELLA SCUOLA" Mentre a colpi di piccone si distruggono le scuole di una Montessori e di un don Milani (per citare qualcuno nella parità di genere) – e non va meglio alla scuola statale – i ragazzi sono sempre più spaesati e persi e i loro genitori sempre meno capaci di comprendere il loro ruolo educativo. Se non c’è scelta, non c’è educazione, bensì addestramento a opera dello Stato. Come a Sparta. (clicca qui per leggere)

 - 03.04.2018 da Tecnica della Scuola, "La profonda crisi delle relazioni sociali sfoga i suoi effetti sulla scuola". In queste ore in tutta Italia si parla dell’ennesimo episodio di cronaca che riguarda la scuola: una insegnante di Alessandria, una persona descritta come esile e con difficoltà motorie, è stata legata ad una seggiola dagli allievi di una prima superiore, insultata, umiliata, presa a calci. (clicca qui per leggere)

Con i più cari saluti sr Anna Monia Alfieri con i consiglieri Fidae Lombardia